Orientamento scolastico Mirandola - Psicologo Mirandola
15149
page-template-default,page,page-id-15149,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,hide_inital_sticky,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.2,vc_responsive
 

Orientamento scolastico Mirandola

Bilancio di competenze

Orientamento professionale Mirandola

Orientamento scolastico Mirandola

Studio Marangoni & Lodi

Mi occupo, inoltre, da 15 anni di Bilancio di Competenze, orientamento professionale e orientamento scolastico Mirandola; ho esperienze di selezione del personale per Enti Pubblici e Privati.

Dott.ssa Marangoni

Bilancio di competenze

Bilancio di competenze

Nell’orientamento professionale e nell’orientamento scolastico Mirandola,  il bilancio di competenze è un percorso che permette di mettere a punto un progetto professionale attraverso l’analisi sistematica delle caratteristiche personali, condotta con l’utilizzo di materiali strutturati quali test e/o schede di autoanalisi.

Bilancio

vuol dire valutazione critica di qualcosa, tenendo conto degli aspetti positivi e negativi (Sabatini-Coletti 2007)

47
21

Competenze

indica ogni caratteristica personale utilizzabile sul lavoro (sull’origine e evoluzione del significato di questo termine vedi Evangelista 2006a).

Competenze informatiche0%
Competenze sociali0%
Lingue straniere0%

Percorso

vuol dire che il bilancio di competenze viene realizzato attraverso varie fasi.

  1. Fase dedicata all’esplicitazione e all’analisi delle caratteristiche personali rilevanti per le scelte formative e professionali
  2. Fase di analisi delle figure professionali e delle possibilità lavorative e/o formative del territorio di riferimento del cliente
  3. Fase in cui sulla base degli elementi raccolti viene messo a punto un progetto professionale.

Al bilancio vero e proprio segue poi una quarta fase di accompagnamento del cliente durate la messa in opera del suo progetto.

Progetto professionale

si intende un progetto che comprende, con riferimento a una certa persona, un obiettivo professionale (cioè un lavoro che la persona vorrebbe svolgere o un settore dove la persona vorrebbe lavorare) e un piano d’azione (cioè le azioni necessarie, in senso logico e cronologico, per raggiungere l’obiettivo professionale). Il progetto professionale è uno strumento fondamentale per quelle persone che desiderano dare un indirizzo alla propria vita professionale e non affidare solo al caso la propria vita lavorativa (vedi Evangelista 2007a).

Analisi sistematica

vuol dire che nel bilancio di competenze si passano in rassegna tutti quei fattori personali importanti ai fini della scelta professionale (ad esempio valori, interessi, capacità, conoscenze, etc.). Proprio per questo motivo un bilancio di competenze che svolge una analisi sistematica viene anche chiamato bilancio di competenze per fattori.

Leadership0%
Curiosità0%
Fiducia in sè0%

Schede di autoanalisi

sono schede in genere su carta contenenti una serie di domande. Ad esempio, per una analisi più approfondita, presenterò al cliente una pagina con una tabella vuota: egli vi scriverà quelle che sono state le sue più importanti esperienze lavorative e, nello svolgere ciascuna di esse, quali erano le cose che gli riuscivano meglio. Un altro esempio è dato da una pagina dove sono elencate una serie di capacità trasversali (es: insegnare, addestrare; organizzare, coordinare, dirigere; servire, adattarsi agli altri; ascoltare, capire; consigliare, aiutare, sostenere; dare ottimismo, fiducia) fra cui il cliente sceglierà quelle che ritiene a lui più vicine.

Organizzare
65%
Sviluppare
87%
Controllare
77%

Richiedi subito il tuo bilancio di competenze

orientamento professionale e orientamento scolastico Mirandola

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE MIRANDOLA

ORIENTAMENTO SCOLASTICO MIRANDOLA

Trova la tua strada

Da un punto di vista etimologico il termine latino oriens (participio presente del verbo orior) significa oriente, che sorge.  L’evoluzione che porta alla concezione attuale di orientamento è segnata dal punto di vista normativo con la Direttiva del Ministero della Pubblica Istruzione n. 487 del 6 agosto 1997 la quale riconosce all’orientamento una valenza formativa, in accordo col ruolo attivo del soggetto e con un processo educativo continuo.

Si parla di orientamento scolastico Mirandola formativo e informativo o di orientamento scolastico Mirandola di primo e secondo livello.

  • L’orientamento di tipo informativo (o di primo livello) è quello che appunto si “limita” ad informare rispetto alla scelta in questione;
  • L’orientamento di tipo formativo (o di secondo livello) centra il suo intervento sulle caratteristiche psico-attitudinali del soggetto in funzione di una scelta.
orientamento scolastico mirandola


Per definire a cosa serve dobbiamo partire dal presupposto che la scelta è solo l’ultimo passo di un percorso decisionale pieno di difficoltà soggettive ed oggettive. L’orientamento può dunque essere considerato una sorta di guida che pende per mano il soggetto, supportandolo e portandolo a scegliere in maniera più autonoma e consapevole.

La separazione tra orientamento scolastico Mirandola e orientamento professionale è puramente formale ed arbitraria, utile al più in ambito normativo-istituzionale ma priva di significato profondo.
E’ infine importante precisare che un intervento orientativo completo si compone di tre macro aree:

  1. la conoscenza di sé;
  2. la conoscenza del mercato del lavoro;
  3. l’individuazione di un obiettivo formativo-professionale.

Trova oggi la tua strada